lunedì 19 marzo 2012

Le alghe? si le alghe....

Da tempo gironzolavo in internet..e ancora non avevo avuto il coraggio di comprarle...non so il vero motivo..ma ..avendo avuto un ciclo un po' strano..mi hanno consigliato di inserire, queste meravigliose creature nella mia dieta...Devo dire che quando si sceglie una filosofia di vita, in questo caso , quella vegana..impari un sacco di cose..ed il modo di vivere e di apprezzare le novità sono qualche cosa che strabilia..ogni giorno..
bene...quindi dopo un bel giretto nei negozi biologici..ho preso coraggio e mi sono imbattuta in mille domande..poi viaggiando in rete..scopro ancora mille cose...che oggi vi voglio proporre..in modo tale da capire e poter un giorno apprezzare le così dette "alghe di mare"..

Kombu, wakame, nori, hiziki, spirulina, sono alcune delle alghe eduli che sempre più di frequente fanno capolino negli scaffali dei negozi d’alimentazione naturale e nei reparti dietetici delle farmacie. 
Arrivate in sordina insieme al riso integrale, al tofu, al seitan, alle salse di soia e ad altri alimenti tipici della dieta macrobiotica, le alghe si sono imposte non senza qualche difficoltà nel mercato degli alimenti naturali e biologici.L'’uso delle «verdure di mare» vanta una tradizione antichissima, anche se in gran parte dimenticata, non solo in numerose nazioni europee, ma anche in alcune regioni del nostro paese. In Scozia e in Norvegia viene preparato addirittura un «pane d’alghe»; mentre in molti centri costieri del Galles e delle isole minori inglesi alcuni tipi di alghe sono vendute regolarmente nei mercatini locali di pesce. Il paese che vanta la più vanta tradizione di consumo di alghe nell'alimentazione é il Giappone dove sulle coste esistono proprio delle coltivazioni.
Le proprietà alimentari
Esistono molti tipi di alghe, suddivise in oltre 25 mila specie. Ve ne sono di microscopiche (come la spirulina), di giganti (possono raggiungere centinaia di metri di lunghezza) e di dimensioni intermedie. Possono essere di colorazione diversa (verde, giallo, rosso, rosso-violaceo, azzurro, blu, bruno), come diversificato è anche il loro habitat. Alcune specie vivono fissate agli scogli, altre ai fondali rocciosi, altre galleggiano libere a diverse profondità. Le alghe verdi vivono in superficie, le rosse nelle acque profonde, le brune a una profondità intermedia. Confrontate con le piante eduli terrestri, le alghe pur con notevoli differenze tra i diversi gruppi sistematici, appaiono sensibilmente più ricche di proteine (dal 5,6 per cento delle hiziki al 35 per cento delle spiruline), di carboidrati (dal 29,8 per cento delle hiziki al 51,9 per cento delle kombu) e soprattutto di sali minerali e di oligoelementi, in particolare iodio (presente in quantità da 100 a 1000 volte superiore rispetto a quella degli ortaggi), ferro e calcio (da 2 a 30 volte). Notevole è anche il patrimonio vitaminico. Oltre al discreto contenuto di vitamina B1, B2 e C, le alghe costituiscono una preziosa fonte della rarissima B12, pressoché assente nei vegetali di terra ferma.

Le proprietà alimentariEsistono molti tipi di alghe, suddivise in oltre 25 mila specie. Ve ne sono di microscopiche (come la spirulina), di giganti (possono raggiungere centinaia di metri di lunghezza) e di dimensioni intermedie. Possono essere di colorazione diversa (verde, giallo, rosso, rosso-violaceo, azzurro, blu, bruno), come diversificato è anche il loro habitat. Alcune specie vivono fissate agli scogli, altre ai fondali rocciosi, altre galleggiano libere a diverse profondità. Le alghe verdi vivono in superficie, le rosse nelle acque profonde, le brune a una profondità intermedia. Confrontate con le piante eduli terrestri, le alghe pur con notevoli differenze tra i diversi gruppi sistematici, appaiono sensibilmente più ricche di proteine (dal 5,6 per cento delle hiziki al 35 per cento delle spiruline), di carboidrati (dal 29,8 per cento delle hiziki al 51,9 per cento delle kombu) e soprattutto di sali minerali e di oligoelementi, in particolare iodio (presente in quantità da 100 a 1000 volte superiore rispetto a quella degli ortaggi), ferro e calcio (da 2 a 30 volte). Notevole è anche il patrimonio vitaminico. Oltre al discreto contenuto di vitamina B1, B2 e C, le alghe costituiscono una preziosa fonte della rarissima B12, pressoché assente nei vegetali di terra ferma.

Le Virtù terapeutiche
Piante adattogene...svolgono numerosissime attività terapeutiche.
- uricemia e azotemia,(Gotta);
- contro l'acne giovanile;
- contenendo molto iodio sono usate in terapie iodiche;
- attività antitrombinica (Attività doppia rispetto all'eparina);
- tonificante..aumentano l'attività del metabolismo;
- astenia psicofisica;
- contro stress, disturbi della crescita , anemia;
- disturbi circolatori;
- contro la demineralizzazione;
- Allergie;
- Cellulite con effetto drenante;
- Rinofaringiti, asma bronchiale ; bronchiti.

-Le sorprendenti possibili applicazioni terapeutiche delle alghe non finiscono qui. Alcuni ricercatori cinesi hanno isolato nelle kombu sostanze ipotensive, tra cui l’istamina. Nelle alghe nori è stata individuata una sostanza dalle evidenti proprietà antiulcera, in grado di svolgere anche una sorprendente azione protettiva nei confronti di numerosi agenti patogeni tra cui Escherichia coli, Pseudomonas aeruginosa, Salmonella, Staphylococcus, Aspergillus, Fusarium e Shigella.

Una grande varietàLe alghe alimentari, sono oramai disponibili in tutti i negozi di alimenti naturali, ecco alcuni suggerimenti per il loro impiego in cucina.
°Arame. Tenere e delicate, il loro sapore dolciastro risulta particolarmente indicato per coloro che si avvicinano per la prima volta a questi alimenti.
° Kombu. Ottime per insaporire i piatti di riso e di verdure.
° Wakame. È indicata nei casi di carenza di calcio, di cui risulta particolarmente ricca.
° Nori. Dal sapore molto delicato, tanto da essere consigliata a coloro che vogliono iniziare a introdurre le verdure di mare nella loro dieta.
° Hiziki. La consistenza carnosa e il sapore asciutto, ne fa una delle alghe più adatte per condire pasta e riso insieme ad altre verdure.
° Agar-agar. Grazie alle spiccate proprietà addensanti, è utilizzata per la preparazione di gelatine, dolci e marmellate.
° Clorelle. È un’alga verde microscopica, utilizzata come integratore alimentare.
° Spiruline. Microalga azzurra, dotata di un elevato contenuto di vitamine (A,
B12) e proteine, e per questo utilizzata come integratore alimentare.


( Le informazioni che vi ho riportato facevano partedi un articolo  della rivista Terra nuova del 2003)


Ancora Non so come le cucinerò ma vi informerò su come procederenno i lavori...
Baci e buona giornata!!

Nessun commento: