sabato 24 settembre 2011

suoceri e parenti

Mi sento costretta, mi sento che il collo non ha respiro..non riesco a sentirmi libera...
Ultimamente il rapporto con i genitori di Lui si fa difficile...ed io non so proprio come risolvere la situazione...
Vi avevo accennato le mie perplessità..nella richiesta di mia suocera..dell'incontro con i miei..
Ancora non me la sento..e sinceramente non ne vedo proprio il motivo...in più mi ritrovo..non dico una bugia, almeno una volta a settimana a cena a casa loro...la classica cena, o pranzo in famiglia..in cui ci si ritrova e ci si racconta...
La cosa non è che mi dispiaccia, ma c'è di contro , che questa cosa sta diventando una abitudine...e le domande..indagatrici della madre a tavola, non mi mettono a mio agio...
Il rapporto con lei, non è molto semplice...causa della sua poca discrezione, telefonate ascoltate, piccoli trucchi per ascoltare delle discussioni tra me e Lui...domande pressanti e per me senza senso..che stanno mettendo a dura prova la mia pazienza..
Sono arrivata al limite della sopportazione..e ieri pomeriggio...sono scoppiata in un pianto allucinante..perchè mi sento soffocata da lei e dalla storia, non mi sento libera di passare il tempo con Lui, dato..il rammarico..ed il costante piagnistei"Ci manchi"...quindi...questo tipo di atteggiamento sta compromettendo anche la storia con Lui, perchè io non immagino solo ora, ma immagino in un futuro...
Non voglio seguire alla lettera, ciò che impone la società...sposarsi, avere figli..crescere figli ed invecchiarsi...
io voglio fare ciò che per me e per noi è meglio..e sicuramente..ritrovarmi seduta ad un tavolo..a rimpinzarmi..per festeggiare l'amore e chissà cosa d'altro...
non vorrei che la mia privacy..diventasse bene comune..non mi piacciono le persone che parlano troppo..e non mi va di stare sulla bocca di gente...la mia famiglia è contenuta..e così vorrei anche un minimo essere rispettata...( Mi sono confidata..dicendo una cosa..e fidandomi..e l'altra sera è stata sbattuta al vento così..come se avessi detto che avevo comprato una borsa..che nervi)
quindi..visto che la situazione..non fa per me..ancora non so come agire..ma sinceramente mi sento stretta...
mi innervosisce questa cosa..perchè..non so da che verso guardarla..in fondo sono i suoi genitori..e io non sono nessuno.per dire o fare..ma..non so ho un sentore..che la corda si possa spezzare...
ps..... aspettto vostri consigli

Nessun commento: