giovedì 17 febbraio 2011

Maschi

una domanda a bruciapelo..ansi diciamo meglio..un torrente di pensieri mi sta attraversando la testa..forse per una chiacchierata che mi ha messo un grande punto di domanda!..
la faccio:
Ma di che parlano gli uomini quando escono fra amici..e sono solo uomini?
Sicuramente argomenti  come donne sesso e calcio.....tre argomenti importanti..ma poi non approfondiscono nulla...non parlano dei loro rapporti..se sono accompagnati? non si confidano certo come noi donne ma...alla fine..penso che se si è amici..nel vero senso della parola uno debba aver modo anche di confidarsi...
e seconda domanda..un amico maschio..anche se si è maschi ...può mancare? nel senso la distanza ti fa mancare quella persona?
Sono due domande che mi sorgono spontanee..data la mia grossa differenza con il mio Lui..che oltre ad essere diversi, perchè Lui uomo ed io Donna..Lui..molto chiuso..e ermetico molte volte nel suo dimostrare emozioni..io..molto sensibile..e espansiva...cozziamo nell'ideologia del concetto amicizia..
Non so bene spiegare il perchè...ma  io son convita che sia uomo che donna...se una persona tiene all'altra..nell'ambito dell'amicizia..e soprattutto è un amico...deve esistere quella fiducia, complicità e possibilità di poter essere trasparenti e poter confidare le cose che appartengono a noi stessi...Non dico che un amico deve essere un solo confidente..ma lo vedrei come una sorta di compagno di viaggio della nostra vita..con cui una persona si possa confrontare e trovare appiglio e conforto nei momenti no...è riduttivo il pensiero..che gli amici esistano per la sera , per il sabato..per non so..
e io son sicura che questo pensiero non lo abbiamo solo noi donne..ma anche uonini...penso a mio padre e ai suoi amici, penso che un'amicizia se vera..diventi il fulcro di tante cose..e che quindi i discorsi che si affrontano non si riducano ai tre già elencati prima...
Della mancanza poi..è forse un discorso soggettivo...Non posso dire che tutti dovremmo sentire la mancanza di una persona o più persone...ma ad esempio..io in questo periodo di vita..che si sta palesemente cambiando e trasformando in qualche  cosa di più concreto...soffro della mancanza di tempo..di trascorrere quei pomeriggi che una volta facevo con le mie amiche..quei te, gelati, passeggiate..e compere..che si facevano..e ci si confidava...non dico che ora non ci sono...ma la vita ti può portare lontana..e non sempre si riesce a fare tutto...
Che dire...vorrei sapere di voi, se effettivamente ..l'essere di genere maschile..implichi..una possibile..per me " superficialità" o forse l'età..o forse non aver incontrato persone..che siano riusciti a conquistare la persona..a dar fiducia e ad essere altruisti..e meno egoisti...
Il mio concetto è forse astratto?...
L'amicizia per me è fondamentale..ed è qualche cosa che va oltre l'amore..dato il fatto che la sua complessità..è "ostacolata" da un non contatto..da una non fisicità..e quindi fondata sul più profondo..non so...ma vorrei..che qualcuno..e anche qualche maschietto mi dicesse la sua...
Per me si piange per un amico..si crede in Lui..e si desidera..trascorrere dei momenti belli..l'amico c'è..c'è sempre...e secondo me..è di una importanza fondamentale...aprirsi, crescere, capire, osservarsi, migliorarsi..e poter condividere esperienze..per poter essere più forti...e se si vuol bene ad un amico....secondo me...ti manca e anche tanto!
Un abbraccio notte

Nessun commento: