domenica 16 gennaio 2011

scompari tra la nebbia..ma ti aspetto

Dopo aver sorseggiato del buon vino...siamo tornati a casa...
messe su le castagne..tagliate...e seduti sul divano sotto un plaid celeste, abbiamo aspettato..
Sbucciavo il mandarino...uno spicchio per uno fin tanto che non fosse finito...
Piccoli sorrisi..e battute..piccoli gesti che ti fanno dimenticare il giorno che verrà...
Castagne pronte..bollenti..che hanno finito di riempire i nostri stomaci ..l'odore in casa..di buon cibo..poca luce...solo per noi...che in ombra ci siam lasciati andare...il cielo solo a guardarci...e il buon vino come testimone...
Ho pianto al pensiero di dover aspettare ancora un altro po'...l'ho abbracciato forte, e mi son sentita fragile...dolore dolore semplicemente dolore al cuore..perchè..averlo...è la cosa più bella...è il sogno che custodisco..in me..
E vorrei tanto il tempo..non fosse passato così..un mese esatto..un mese di noi..più di prima..con cose nuove..
Ci ritroviamo a letto..abbracciati più di prima..Non abbiamo dormito molto...forse un po' in ansia..per la partenza, per gli esami..per l'attesa..per il cambiamento che involontariamente ma palese accade quando non siamo in due..
Questa volta è stata più dura..più dura...e come una bambina..mi son messa a piangere alla porta..dicendogli: " Non è giusto...io sto male!"..
Sono forse un po' egoista?..forse un pochino...ma Lui..è qualche cosa che mai vorrei perdere..non che la mia felicità sia dipesa da Lui..ma la vita con Lui..è più bella...quel più..che chiude a chiave un sentimento e non lo fa cambiare...
Silenzio..oggi c'era tanto silenzio..a me non piace..molte volte lo odio anche...e casa appena chiusa la porta...appena la sua macchina nera mi è passata sotto gli occhi..di botto è diventata fredda...
Ho messo apposto il disordine lasciato ieri notte..sul divano..ancora..il mio reggiseno lasciato li..
Ancora..le nostre coperte...lo vorrei ancora li lo vorrei ancora li, mentre preparo il pranzo...o mentre dall'alto osservo che esce dal bagno..e mi saluta...
Lo vorrei ancora li...
Ora c'è il suo pigiama..piegato..sulla sua metà...
E' normale star male così?..è normale..che in questo mese...ho pensato a Noi per sempre?...E' normale progettare..volere una casa, un lavoro, dei figli..e una macchina più grande?...E' normale...volersi legare e non avere più quella paura..della routine?...che cosa è normale?...perchè la distanza fa così male?Amare è questo?...
mentre ritorno al pranzo di domenica..ascolto qualche nota in macchina...passo sotto casa sua..e piango senza fermarmi...alle due...sarà in viaggio..e questo compiuter tornerà ad essere il nostro mezzo di comunicazione...
Son felice di averlo..e di aspettarlo..ma il dolore è tanto..

2 commenti:

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Lo so, l'ho passato e ti capisco, l'unica cosa che puoi fare è andare avanti e non fasciarti troppo la testa. Da domani penserai a lui ma dovrai pensare anche alle mille cose che hai da fare come studiare, la casa, la farmacia...su su goditi il pranzo domenicale! un bacino

... daisy... ha detto...

ci sono giorni, come oggi, che farei a cambio di dolore con te... perché quello di sentirsi sole a volte può distruggere invece quello di sapere che sola ci sarai per un po', fa male si, ma sai che passa. un abbraccio!