lunedì 8 novembre 2010

Tre giorni ed una avventura da ricordare I' parte

..Per tutta la settimana non sapevo se partire con il treno o con la macchina...come direbbe il mio moroso, che per gioco, mi giudica spilorcia, avrei preso più comodamente il treno..ma la notte prima di venerdì..ho avuto un sesto senso..che mi implorava di prendere la macchina..
Lo dico: non ho mai fatto distanze lunghe in autostrada...e sapere dei chilometri..e soprattutto dei camion da superare..mi ansiava da morire...
Di primo mattino poi avevo sentito che nella mia città avevano dato fuoco alle macchine nei pressi della stazione...ho immaginato la mia povera topolina..e mi son decisa...Parto con la macchina.
Mi metto a vedere tutta la strada da fare..tutta dritta quindi..nessun errore..ma ad un certo punto..avrei dovuto prendere uno svincolo..quindi tutto segnato su un pezzo di carta..da tirare fuori in procinto di emergenza...
Inoltre..dovevo lasciare la macchina..e sempre per la mia oculatezza che non è tirchieria...avevo trovato un posticino che consiglio, se partite da Bologna, dal nome Park to Flay...dove avrei lasciato la macchina..
Bene..faccio la benzina..riesco a prendere il biglietto senza far ululare la macchina e sono in autostrada...Avete in mente quando..ci sono processioni di camion..che non devi far altro che superare?...e l'idea di passare tra le balaustre del lavoro..e la parete del camion sembra mission impossible 3? ecco..io ero in quella scena...dove vedi la mia lingua a destra a mo di freccia...le ascelle che piangevano dalla paura..e la benzina che diminuiva..sempre più...
Dopo un po' di tragitto in solitaria..decido di chiamare Lui!!!-
-Amore..sto arrivando..non vedo l'ora!!!-
-Si...io ti aspetto...ti aspetto..sta andando bene?-
- Ormai non mi ferma più nessuno..aspet..aspet...cazzo lo svincolo!!!-
-Chiudo chiudo-
perso lo svincolo..continuo a camminare alla ricerca della prima uscita...Finiscoa Firenze...come farò? povera me!!!..Esco e trovo l'aeroporto  immediatamente...ma il "park to flay" manco l'ombra...Parcheggio la macchina davanti all'ingresso dello stabile ...percorro un po' di metri a piedi..per raggiungere la porta...vedo..la presenza dell'aereo...poi mi vado ad informare ad un parcheggio proprio li vicino..
- Sono 40 euro per due giorni-
io:- meno cari non ci sono vero?-
Chiamo disperatamente Lui..dopo aver fatto mille giri..nelle varie viette dell'aeroporto ..:
- Non trovo sto Park to flay..nessuno mi sa dire dove sia?...Non ho più una lira!-
-Calmati..gira a destra, poi a sinistra..poi qui..li arrivata?-
-Si!!!-
18.45 volo alle 19.40..gli sportelli chiudono alle 19.10 - E' la park to flay?..devo partire tra meno di mezzora!!!aiutatemi-
Una fila per prendere la ricevuta..detto la targa e attendo il pulmino...un biroccio ma efficentissimo!!
Arrivo all'aeroporto trafelata e in anzia..mi si aprono le porte e vedo una fila...che incominciava dalla mia sinistra...lunga fino alla porta....-e mo?- mi son detta...- il gatto nero il gatto nero, quel malefico che mi ha attraversato...-
Vedo tre persone con un biglietto in mano che corrono verso..l'unica porticina...mi accodo..correndo anche io..dato che stavano saltando completamente la fila...il primo entra il secondo e il terzo pure arrivo io:
- E' qui il gate 17?..-
-Si ma la fatta la fila?-
-No. ma il mio aereo parte tra dieci minuti-
-Deve fare la fila , fino all'ultima chiamata...-
Mi giro, con gli occhi lucidi..e guardo un ragazzetto...gli chiedo:..-posso prendere il tuo posto?
- Si- Appena entrata..prima ho mandato un colpo alla donnaccia..che con aria severa ( giustamente) mi aveva rimproverato..poi ho abbracciato il ragazzetto che mi ha sorriso!!
Salva....In aereo..dopo un pochino di sonno..una lente a contatto...mi si perde nell'occhio...sensazione sgradevole...gli occhi piangevano..come se mi fosse morto il gatto in quell'instante...mani zozze..e niente possibilità di spostamento..dopo varie ricerche e metodi..caserecci..rimetto tutto apposto..
Atterro..con l'unica voglia di sapere che ci fosse...appena lo vedo..mi prende un colpo...magro magro..tutto capelli...ma dopo un po' l'immagine..si fa mia..e non noto più nulla..Voglia di spiccicare una lingua..paragonabile a zero...e l'unico pensiero vagante che mi assillava era..
Ma ritroverò mai la mia macchina al mio ritorno..non ho neanche il doppione delle chiavi...

1 commento:

Ellys...o meglio Martina ha detto...

ahahah mi hai fatto morire dal ridere! Che avventura! Dai, dopo cosa è successo? :)