domenica 17 ottobre 2010

Non solo Coccole, ma anche divertimento ( vivendo Alicante)

Dove eravamo rimasti....giusto, Puzzavamo entrambi e ridevamo come i pazzi.
Il brusco cambio di temperatura..mi aveva creato...oltre ad un raffreddore atroce, un mal di pancia che non lo racconto...c'era una componente di stress..notevole...ma le due cose insieme...mi rendevano un po' verde...
Dopo il mare...una spesa volante dentro una cella frigorifera chiamata Mercadona( non so se il nome è proprio questo)...cioè il loro supermercato..ecco letale.
Arrivati a casa...vado a far pipì ..e noto che i muri..facevano trapelare anche il battito dei miei occhi...impossibile fare nulla...posticipiamo l'evento alla prossima settimana....cazzolina...
Ma passiamo alla doccia...Una casa grande con tre bagni...l'imbarazzo della scelta direste voi..no?...No...uno con il bidet,e una micro doccia...ma tutto va bene..fatemi fare sta doccia..che se no raggiungo la prima pattumiera...
Appiccio l'acqua..e dopo neanche tre secondi..sento le caviglie..avvolte dal bagnato...un tappo di non so che cosa non permetteva di scaricare...faccio pressione con le flip flop...e il tappo..era una cipolla di capelli....schifo...no che dico schifissimo....
Esco...e mi asciugo...faccio tutto in fretta...io son un tipo che mi sento sempre di dar disturbo..quindi...corriamo da Lui....( avevi detto di non parlar di cose smielate...niente affanni e particolari...infatti no..che voi?)...
Terza notte...in un letto da 60 cm circa...3.00
-Amore ? fa freddo...io tanto freddo- ( solo lenzuolo)
Lui..per me ancora addormentato fa:
- Vuoi la copertina..la prendiamo la copertina...?-
-Maaa-
- ronf ronf ronf-
5 di mattina
- Amore ? io ho freddo...freddissimo-
- Basta te l'ho detto che dovevamo prendere la copertina..adesso scendo e te la prendo...-
Dopo due secondi..
- Ronf ronf ronf-...
Non è cambiato di una virgola...apposto!!!
Compere per negozi..
prendo un po' di cosine..mi presento alla cassa...do la mia roba...questa parla parla...io guardavo altrove...tanto aspettavo che la cassa ..scrivesse il conto...
Dopo circa cinque minuti che la povera..parlava..domandandomi chissà che cosa...Lui è intervenuto dicendo:
-Non comprende nada...scusate-
Non sono mica nata imparata...e poi come facevo? pure te...stammi vicino...( erano 3 ore povero che mi stava appresso..diciamolo..è stato un santo)
la settimana..è proseguita..con un sacco di gaf...io alternavo..italiano, francese, inglese...e ora che son in italia...ogni tanto non so perchè..mi sento quasi con l'ansia nel tornare in quella situazione...
Non sapere una lingua è un bel casino...per fortuna..che io non ci metto tanto a socializzare...ma che sudate..a trovar le parole...
Va bene..ho raccontato un pizzico di sale..messo su una collina di dolci..freschi

Nessun commento: