sabato 16 ottobre 2010

Cinema..ad Alicante

Riuscire ad acciuffare le farfalle è una impresa quasi impossibile o meglio molto difficile...ma se si è veloci, si riesce a prendere.
Diciamo che per me la farfalla è l'Amore...lei è bianca e spicca nel grigio della routine..a volte uguale..a volte frizzante..a volte noiosa e difficile..
Lei..qualunque forma di amore va a costruire..permette a noi uomini di vivere la vita con sogni, pensieri positivi, marce in più..ed anche ansie buone..che rendono frizzanti..i nostri giorni...
Diciamo che il battito d'ali della farfalla...è un motore silenzioso che lavora in tutto il mondo..e che riconosciamo ovunque..un treno, aereo, macchina...e mongolfiera ci possa portare.
L'amore ha varie fasi...ha varie forme...sfumature...
I colori netti..sono quelli che a primo acchito individuiamo..ed alcune volte le cose visibile e esilaranti fin da subito possono essere pennellate un po' pericolose...Altre volte sono collanti che non ci fanno aver voglia di lasciare chi abbiamo vicino...
Poi però ..e lo penso dopo questa distanza durata..un mese e mezzo...ci sono delle sfumature..sfumature che noi..presi dai doveri di tutti i giorni..e dal quotidiano che banalizza un po' il tutto...tendiamo a non vedere..le piccole cose semplici..che danno un senso ai nostri giorni...diventano cose normali...e molte volte non ci si accorge neanche che sono queste piccole fiammelle...a costruire...fondamenta..per rapporti..e per una vita migliore.
Questa settimana...ho vissuto staccando..molto la mia razionalità...ho vissuto tutte le emozioni che il posto e la gente mi trasmetteva...ho voluto essere spettatrice...e anche con Lui...ho voluto vedere la sua realtà..al di la di un vetro..poi certamente...lo vivevo da attrice..e protagonista.
Staccandomi..dai mille appuntamenti..dal pensiero di tutti i giorni..dalla frenesia..mi sono venuti una valanga di pensieri...meglio, riflessioni..
L'amore è ovunque ..puoi cambiare città, paese, nazione ..ma in tanti condividiamo l'affetto per le persone che ci sono care..
l'essere in terra straniera...accelera la capacità di legame e di condivisione non si ha paura di mettersi in gioco...e ci si aggrappa ad ogni ancora che vediamo passare.
Dialogare, cantare, gesticolare, aiutarsi reciprocamente per apprendere una lingua non nostra...voglia di sapere usi e costumi di terre confinanti e non...
Tavole Fatte di diversità fisionomiche , di accenti, di caratteri personali...Diversità che si annullano difronte ai pasti , ai tempi, allo studio, alla chiamata dei genitori..e alla voglia di stare insieme...
Siamo tutti giovani nella stessa barca..con i nostri pregi, i nostri difetti ..i nostri perchè..
Si creano punti di riferimento per trovare comunque stabilità nella vita..
La luce accesa di qualsiasi appartamento permette di essere certi di una presenza che anche se silenziosa ci fa sentire a casa....frigoriferi pieni...e rumore di padelle...
Si può salutare in tutte le lingue del mondo e in tutte le lingue del mondo quel ciao crea una scossa..che può prendere poi...una via principale..o terminare in un vicolo cieco..ma che comunque...crea un contatto...
Così per feeling si sceglie la farmacia più congeniale...il macellaio..di fiducia...il posto dove sedersi a tavola, la confidenza da fare e l'amore da donare.
Siamo tutte persone alla ricerca di qualche cosa ..e prima o poi la caccia al tesoro darà i sui frutti.
Ho capito che la comprensione, l'altruismo, la pazienza..e la condivisione sono le chiavi per arrivare ovunque.
Questa è stata una settimana di grandi riflessioni personali.

Nessun commento: