domenica 24 ottobre 2010

Chissà

In questo anno e più .mi son trovata più giorni con Lui..a casa..a casa diciamo "Nostra"..quando poi si è interrotto quello stare insieme..ed ognuno è tornato a casa dei suoi...ecco..ci sono stati quei momenti..che mi mancava tanto e che avrei tanto voluto..tornare nella nostra realtà..nel nostro viverci, con le cose quotidiane...inserendo poi il mondo esterno...insomma ho pensato molto al fatto che vivere insieme sarebbe stato bello..
Pensieri, che balenano..che si trasformano, che sfumano..nella corsa di ogni giorno...ma che si ripresentano...soprattutto quando sto a casa...quando, vado a dormire..ed allungando la mano sento il letto vuoto e freddo.quando metto solo una tazza e carico una lavatrice..e trovo..un suo calzino e il suo pigiama...
Prima di sapere della partenza...avevo già deciso che mi sarei trasferita..che prima o poi sarei voluta tornare a vivermi la vita...da sola..dopo 4 anni passati fuori città..tornare a casa, con tutti i lati positivi che ci sono, non è stato facile...e sinceramente ho bisogno..di prendere in mano la mia vita, le mie abitudini, i miei modi di fare...
Ognuno di noi..è un individuo singolo, che non corrisponde esattamente..alla figura della famiglia...
Ecco..io già avevo deciso..e Lui, non lo avevo incluso in questo salto, era presto, per parlare di certe cose...non ero sicura..e sinceramente..ancora non lo conoscevo bene..per poter dire..chissà come sarebbe?..
Da marzo ad oggi...ci sono stati dei grandi passi avanti sia perchè..ho preso fiducia in me..e in Lui sia perchè il sentimento è andato in crescendo..ora mi sento trasparente, in tutto... non ho nascosto nulla...nel bene e nel male...e i nostri periodi..di stare insieme si sono allungati...casa è stata vissuta più intensamente..e con più voglia...si sono scelti mobili...e altre cose...si sono fatte cene..ed abbiamo condiviso in una piccolissima parte..quello che uno direbbe.."vivere" assieme..
Ricordo l'ultimo giorno..che Lui era a casa...lo ricordo come se adesso fossi li...Mi sono sentita così fragile, e mi son domandata..se quei muri e tutto ciò che avevamo vissuto li...sarebbero continuati ad esistere...Lui..anche se non c'era fisicamente sarebbe rimasto..e se la partenza..e lo star fuori..mi avrebbero tolto tutto ciò..sarebbe stato pesante e difficile da affrontare...Ricordo..perfettamente, ogni pensiero, e tutte le paure...Questa storia..mi ha permesso di vivere delle esperienze, che ti fanno capire tante cose...ma soprattutto la sua lontananza..e dopo essere tornata...ed essermi tranquillizzata, sul fatto che non è cambiato nulla...ora mi trovo a riflettere sul suo ritorno..
Non so perchè, ma sono un pochino spaventata..
Quando Lui tornerà saranno tre mesi che io sarò nella "Nostra " casa...e saranno sei mesi..in cui ognuno di noi ha vissuto da single...i suoi ritmi...insomma..tutto è stato messo un po' in letargo...e da niente si passerà a riavere tutto..Sono sicura..che il tempo..farà il suo corso..e che se ci sarà un trasferimento..ve lo saprò dire tra diverso tempo...
Oggi se ne è parlato per pochissimo, come quando si assaggia la pasta per sentire se è cotta..
Sono impaurita..sorpresa..contenta e sorrido, nel momento in cui,chiudo gli occhi ed immagino le scene..della nostra quotidianità..perchè comincio a vedere Lui nella mia vita..come una presenza che non può mancare..
Ecco...Einaudi...mi accompagna con "Stella del Mattino"..e porta le mie riflessioni domenicali...la dove per me è nato tutto...
Mi trovo di domenica in una vasca nel buio dell'inverno...con candele accese e Lui davanti a me...Rumore dell'acqua..e del vento..poi in cucina..a mangiare..per finire castagne e vino di visciole davanti a "Tutti pazzi per amore"..Sono in bagno..vicino a Lui mentre si lava i denti..e sulle scale..mentre porto su la spesa...Sono in giardino..mentre aspetto il camion della cucina..ed in camera mentre rifaccio il letto..Mi trovo li vicino a Lui sullo stesso cuscino..e possiamo rimanere a dormire..tutte le sere che vogliamo...Vedo, amici che entrano ed escono da casa, dopo serate fatte di pizza..e di aperitivi-cena...siamo sul tavolo che studiamo...ed io che faccio squillare il telefono per far buttare giù la pasta mentre torno da lavoro...si...ci sono tante immagini..che nascono come ciclamini nei boschi...e la sensazione che ho ora..è come quella della neve che scende...Avere paura di scivolare...è normale...voler far rimanere le cose..stupende come sono, ora  è la cosa che capita a tutti...paura di sbagliare..di fare un passo azzardato..paura della routine...ma nel frattempo..ho il cuore che scalpita per la data che si avvicina..lo amo così tanto..che basterà un cigolio..ed io sarò cotta ancora più delle patate lesse di una pentola a pressione
Oggi le mie emozioni sono uscite..proprio come succede con le uova per fare i dolci...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Thanks :)
--
http://www.miriadafilms.ru/ приобрести кино
для сайта unostendinodipalabras.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Почему регистрация не работает ?
--
http://pesennet.ru/ песни