mercoledì 15 settembre 2010

stelle nel cielo

Dopo un pomeriggio di studio..mi sono apprestata ad andare ad una piccola festa di un quartiere della mia città Hanno bloccato il traffico..e nel piccolissimo corso..si sono imbanditi tavolini..e un po' di sedie...
il motto era...ognuno porta qualche cosa..così che si potrà stare insieme...
insomma una festa meravigliosa...su un muro hanno proiettato videi.di tutta l'estate trascorsa...vari campi tra cui anche il nostro..
Mi sono catapultata..a quasi un mese fa...bello...avevo ancora la sensazione di starci..avevo quell'emozione della partenza...e dopo quella fatica..ecco non rimanevano altro che ricordi..ricordi di felicità..
Io con la mia pupilla..e tutti i volontari e ragazzi che hanno partecipato...
mmmm...quanto vorrei tornare in quelle giornate di puro autentico casino...
Nel mentre si mangiava e si beveva..
Avevo vicino a me la mamma della mia pupilla  Giuliana, che dire forte è dire poco..io la definirei un inno alla vita e alla forza...oltre che all'ottimismo che in due parole ti mette....ormai lei è una seconda mamma...chiamiamola mammina...
si stava abbuffando così tanto che tra lei e la figlia, non si sapeva chi macinasse di più!!:
lei dice : " A noi i denti non ce dole!!!"
Insomma...mi voleva  dare il vino, ma io non trovavo il bicchiere..sta di fatto che mi ha detto che ci pensava lei....passa un po' di tempo ma di vino non si vedeva l'ombra...A un certo momento...si gira verso di me e mi fa:
" oh Ni, te devo preparà un altro bicchiere perchè me sa che il vino tuo mel so bevuto io!!pensavo fosse aranciata!!!"...ero cappottata..Non sapevo come fermare la risata...
La serata è andata bene..poi però ad un certo punto era ora di andare a casa...
Macchina piena..ci dirigiamo verso casa della Giuliana...la pupilla schiantata..e rumoreggiante ( con quel che aveva mangiato era anche comprensibile..arriviamo al cancello..
tiro fuori tutti i pacchetti e glieli porto dentro casa....nel momento di aprire..mi accorgo che Cesare, il  marito, aveva lasciato su le chiavi..Porca puzzola...La pupilla innervosita e assonnata comincia a spogliarsi e a dire :
"perchè non apre? che famo qui!! "..io non la tenevo da quanto ridevo..
Bene..alla fine passando dal giardino ho svegliato Cesare bussando sulla finestra ( poretto) e alla fine eravamo tutti a casa...
Serata divertente..ma Lui..si sente proprio che non c'è...
Ci sono momenti che sta diventando così ovvia la cosa..quasi un abitudine..che non ci penso più..o meglio ci penso, ma non con quell'ansia atroce...forse è vero che dopo che si tocca il fondo...più giù non si riesce ad andare...e forse è anche vero che il tempo..porta via..la speranza di riaverlo con te..
Comincio ad organizzare i miei giorni, come se Lui ormai non fosse più parte di me...
Quel tempo al passato che uso quando la gente mi chiede..mi fa rendere conto, che il punto c'è..e che probabilmente il Noi è posticipato a chissà quando...
Vorrei tante cose..ma oggi c'è solo una strada per me..e la percorrerò sperando di poter rivivere, o vivere nuove cose con chi ricapiterà nel mio cammino..

P.s Mi autoconvinco..perchè l'amare non passa così facilmente

Nessun commento: