sabato 11 settembre 2010

piano


Ho parcheggiato la macchina sotto casa come tutte le sere..di solito quando è così tardi tengo strette le chiavi..e mi appresto ad entrare nel portone...l'autunno è arrivato..sarà che il tempo è entrato un po' arrabbiato e ventoso..mi spoglio e infilo il pigiama..si sente il letto freddo..cosa che d'estate fa piacere perchè dopo poco si scalda e soprattutto perchè si trova un po' di refrigerio...
Serata carina..ma con qualche sprazzo di malinconia...e nostalgia..sembra che quando penso a dietro vedo foto in bianco e nero..e ci son momenti di forte paura nel non resistere..poi basta un niente, un pensiero a riportare i colori..
ascolto Enaudi "poesia con piano" e mi rilasso...
il dolore ha varie fasi..penso che da questa influenza piano piano uscirò...e mi abituerò al sentirmi così...forse piano piano non sentirò più nulla e forse avrò superato anche questo...
La mia vita per certi sensi è stata fatta di attese..ma la mia intensione non è quella di appiattirmi..e cambiare..perchè son stata sempre molto effervescente..
La cosa che forse mi aiuterebbe di più è quella di vedere la mia strada, osservarla e vedere quello che effettivamente voglio da questa vita che tal volta è troppo breve..
mi sento trasportata come le nuvole bianche di aprile...il mio mese..gioco..mi diverto ma poi mi fermo..e non so dove andare...la sera purtroppo non sto bene..
Il sapere dei libri mi chiede concentrazione per un pezzetto di tempo...e da domani...lascerò un po' di pagine bianche...che riprenderò quanto prima..
ringrazio chi con semplici parole questa sera mi ha fatto commuovere e dico che ciò che non ti aspetti può sempre arrivare..
notte

1 commento:

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Di niente...non ti preoccupare e vivi la tua vita giorno per giorno. Ogni momento è prezioso e non deve essere sprecato in inutili lacrime...
Comunque sono felice di essereti stata utile e di averti "conosciuto" se pur virtualmente.
Cerca di goderti il week end. Baci.