domenica 18 luglio 2010

scelte

Sono appena tornata a casa..dopo una serata passata in compagnia..sono usciti diversi argomenti tra cui il tradimento, il sesso, il matrimonio le scelte che si fanno durante e dopo un matrimonio...e soprattutto si è d'accordo allo sposarsi?...mi sono state raccontate storie di giovani di 30 35 anni...storie buffe che mettono anche un gran senso di tristezza.. chi si è sposato e si è lasciato dopo sei mesi di matrimonio per una persona conosciuta in chat...chi ha deciso di prendere la propria vita e vivere da solo, senza prendersi delle responsabilità, chi si è sposato semplicemente perchè si è arrivati a 35 anni e le regole son quelle...chi è infelice ma ride davanti e piange dietro...e poi tra il mucchio ci sono anche quelli felici..felici di vivere una vita normale, con una moglie, una figlia ed un'altra in arrivo...
Diciamo che il brutto fa più rumore del bello...che le cose semplici e la Normalità tante volte non si sentono...ma che cosa oggi è normale? quale sarebbe la normalità?me lo chiedo perchè oggi c'è qualcuno a me caro che forse per me sta sbagliando ma che per altri sta facendo bene...un giorno ti sposi, (semplicemente perchè la ragazza dei tuoi sogni, ti ha scaricato tempo a dietro, quando ancora non pensavi al matrimonio e non ne volevi sapere proprio)...con quella che hai vicino,perchè è  grintosa ,intelligente, simpatica, è una madre e una amica, pazienta il tuo infantilismo e asseconda ogni tuo pianto...però non è come tu sognavi all'inizio...cioè non la volevi così esteticamente...così anche se hai casa, se hai soldi e l'amore non ti manca dopo poco al matrimonio la tradisci...cadendo  secondo me...e non sapendo come fare ti nascondi dietro una facciata da finto felice..ecco..la mia domanda è...per mantenere un rapporto come si fa? cosa vuole un uomo o una donna dal suo rispettivo compagno?..perchè non ci accontentiamo perchè desideriamo sempre il di più..? perchè anche una minima cosa molte volte ci mette in allarme e decidiamo di non soffrire e allontanarci dal problema? mancanza di sacrificio?..mancanza di maturità? o forse non sappiamo piùdove andare a parare e ci dobbiamo creare anche i problemi che in fondo non avremmo?